Saint Jacques: amici, natura e "mani buone"

Una bellissima esperienza per i tanti bambini e adulti che sono stati ai campi estivi di Saint Jacques
 
Divisi in due gruppi, dal 13 al 19 giugno e dal 20 al 26, i piccoli hanno vissuto a stretto contatto con la natura, in un clima di accoglienza e partecipazione comunitaria
 
CAMPI BAS2  
 
Una storia, scritta dall'educatore Marco Triches, è stata il filo rosso dei campi e il contenitore nel quale sono convogliate le attività quotidiane. La storia, scomposta in sette lettere, è stata recapitata dagli "amici gnomi" che abitano nella valle. Dall'esperienza sono nati due giornalini, curati da Stefano D'Errico, che raccolgono le narrazioni e i pensieri di bambini, animatori e volontari. Oltre alla caccia al tesoro, i giochi all'aria aperta, le serate insieme, i bimbi hanno osservato gli animali e hanno costruito un erbario grazie all'esperienza di Maurilia e Patrizia. 
 
Che fatica e che soddisfazione le due lunghe gite al Lago blu e al Mezzalama, dove Davide è entusiasta di aver visto gli stambecchi. 
Scrive Vittorio, 8 anni: "Consiglio questo campo perché si fanno giochi di societàn e ti fai tanti amici. E' bello perché condividi senza nessuno fuori dal gruppo".
 
Alla buona riuscita dell'esperienza hanno contribuito anche i giovani animatori delle medie, come Alida, 14 anni, che dice di essersi "sinceramente affezionata a questi bambini" e ringrazia i genitori che li hanno "lasciati fiduciosamente tra le braccia di noi animatori, grandi e piccoli". Adua, 17 anni, ringrazia anche i cuochi per averle "fatto prendere 5 chili"!
 
Ibrahim, Adama e Daouda, rifugiati della Costa D'Avorio, hanno dato una mano in cucina e si sono uniti al gruppo nelle gite e nei giochi. Molti bambini hanno voluto conoscere la loro storia e hanno fatto tante domande. 
 
"Dei campi estivi mi piace soprattutto il clima" racconta Stefano "e la possibilità che ciascuno ha di sentirsi a proprio agio. Di questa esperienza di volontariato mi porto a casa sguardi, abbracci e frasi. Una mi è rimasta nel cuore. Hai fatto tu questi disegni?, mi ha chiesto un bimbo di sei anni., ho risposto. Che bravo che sei: hai le mani buone".
 
 
MATERIALI:
 
 
 

L'italiano per scambiarsi belle storie

  Chi sono le persone che studiano italiano in ASAI? Da dove vengono? Che storie portano con sé, dai loro Paesi di origine? I corsi di ita...

Read more

"Per questo sono in ASAI": lettera di un temerario

  Sei sulla porta dell’associazione, proprio davanti alla locandina, e leggi “Il tuo tempo vale”. E ancora: “In ASAI c’&eg...

Read more

La cultura che cura

  È partito il progetto "La cultura che cura" per rilanciare e sviluppare la funzione culturale del Distretto Sociale Barolo.   ...

Read more

Laboratori per adulti a Porta Palazzo

  In cerca dell'attività che fa per te? In via Genè 12 stanno per partire i laboratori per adulti!   ...

Read more

N.O.I. Nuovi Obiettivi di Inclusione: aperte le candidature!

    Vuoi metterti in gioco attraverso il Servizio Civile Universale?Entra nel sito del Comune di Torino per conoscere i dettagli del pro...

Read more

Il tuo tempo vale: diventa volontario

  Vuoi fare un'esperienza interculturale come volontario o tirocinante? In ASAI c'è spazio per te e per le tue idee!   ...

Read more

Che cosa CI è successo: il video di giustizia riparativa

Guarda il nuovo video che racconta RICOMINCIAMO, progetto torinese di giustizia riparativa rivolto ai minorenni autori di reato e alle loro vittime, che offre...

Read more

Per noi ASAI è... E per te?

Eccolo! Un materiale multimediale che racconta ASAI e le sue principali attività, tramite le voci di alcuni dei suoi protagonisti. C'è un ...

Read more

 

InstagramFacebook Logo

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Clicca su "CHIUDI" per prestare il consenso all’uso di tutti i cookie.