SAMCITY, una app per connettere la città

Tecnologia ed educazione, insieme, per i ragazzi del progetto Inclusione Minori del Cpia 2 plesso Parini che, concentratissimi sull’applicazione SAMCITY, caricano i loro scatti di Torino sulla mappa della città, georeferenziandoli e arricchendoli con titoli e didascalie.
 
20180423 111154
 
L’app di Fondazione per la Scuola è stata pensata apposta per i minori, con il fine di creare uno spazio di incontro, condivisione e connessione tra coetanei, sempre a portata di mano, o meglio, di click.
 
Così Maria Pambianco, operatrice del progetto Inclusione Minori, racconta l'esperienza:  «I ragazzi del CPIA Parini hanno scelto di fare l’upload delle foto scattate durante la caccia ai murales in Barriera di Milano, per condividere il percorso svolto e informare gli utenti di SAMCITY sull’esatta localizzazione delle opere di arte urbana del quartiere. Cartine alla mano siamo scesi in strada e, inseguendo le icone che indicano i murales di Millo, famoso writer italiano, abbiamo dato avvio al nostro percorso. Davanti alle immagini, i ragazzi hanno raccontato le loro sensazioni e cominciato a familiarizzare con i primi strumenti di analisi.
 
Davanti a ogni facciata dipinta da Millo, la consegna era quella di scattare delle fotografie e ricercare il nome esatto della via, per poi riportare tutte le informazioni sulla cartina.

Una volta tracciato il percorso, siamo tornati in classe e abbiamo iniziato a descrivere le foto con una pioggia di associazioni libere, trovando legami tra i murales, scrutando i dettagli e, infine, scegliendo un titolo che riuscisse a rappresentare le impressioni di tutti. Il primo prodotto è stato un cartellone appeso in classe, indispensabile per riflettere sul percorso svolto e per assimilarlo all'interno del piccolo gruppo. Successivamente abbiamo diffuso il materiale online, caricando su SAMCITY gli scatti arricchiti di titoli e descrizioni personali. Grazie a questa app, i ragazzi costruiscono e diffondono "buona informazione", mettono a disposizione le proprie conoscenze e imparano dall'esperienza degli altri.»
 
P 20180216 114437

In una classe di minori con bassa scolarizzazione, l’attività si è svolta lentamente per dare ai ragazzi la possibiltà di arricchire il lessico di nuovi vocaboli, per poi arrivare alla sperimentazione della tecnologia passando prima per il disegno, il collage e l’organizzazione dello spazio di un semplice cartellone. 
 
Per tutti resta l'esperienza positiva di una tecnologia che, per funzionare al meglio, ha bisogno non solo di connessioni, ma anche - e soprattutto - di relazioni umane e di azioni condivise, in giro per la città!

20180521 090002
 

Centri aggregativi e distanziamento fisico: insieme alla giusta distanza

  Durante l'emergenza sanitaria, il tradizionale lavoro educativo con i ragazzi delle scuole medie è stato messo in discussione da nuovi bisogni...

Read more

Tirocinio in ASAI. Come abbattere le barriere (di uno schermo)

  Valentina Villani è una studentessa dell'Università degli Studi di Torino che si è trovata ad affrontare il tirocinio proprio dur...

Read more

Sportello Lavoro in modalità virtuale

  Lo sai che le attività di orientamento dello Sportello Lavoro non sono ferme? Tutti i martedì, dalle ore 15:00 alle ore 18:00, si pu&og...

Read more

Pratiche riparative nelle scuole. Quale importanza?

Pietro e Ilaria hanno 14 anni ed entrambi non vanno più a scuola. Le loro storie sono simili a quelle di tanti ragazzi che, dopo aver commesso o s...

Read more

TUTOR di giustizia riparativa. Un'esperienza che trasforma

  I tutor del progetto One More Time accompagnano i minorenni autori di reato e le rispettive famiglie nei percorsi di riparazione. I tutor sono figure ...

Read more

Didattica L2 a distanza: da emergenza a prassi

  A un mese e mezzo dall’inizio dell’emergenza COVID-19, la didattica a distanza non può più essere considerata “emergen...

Read more

I Piccoli Esploratori continuano le loro avventure

Abbiamo voglia di guardare il cielo! Abbiamo voglia di conoscere e giocare!   I Piccoli Esploratori di San Salvario non smettono di viaggiare: ecco il ...

Read more

Quanta poesia al doposcuola elementari!

  Il doposcuola elementari di San Salvario non smette di sorprenderci con la sua creatività e il suo colore. Grazie all'impegno dei bambini, dei ...

Read more

Nessuno resti indietro! Il tuo 5x1000 ad ASAI

L'emergenza sanitaria ci ha messo davanti a nuovi bisogni e a nuovi orizzonti. Prioritaria, per ASAI, l'attenzione a tutti i bambini, agli adolescenti e alle ...

Read more

Per noi ASAI è... E per te?

Eccolo! Un materiale multimediale che racconta ASAI e le sue principali attività, tramite le voci di alcuni dei suoi protagonisti. C'è un ...

Read more

 

InstagramFacebook Logo

ASAI newsletter

 
Autorizzo al trattamento dei miei dati personali per finalità di invio newsletter ai sensi del GDPR 679/2019

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Clicca su "CHIUDI" per prestare il consenso all’uso di tutti i cookie.