VOCI: Stefano poeta dell'8 maggio

Per la rubrica VOCI, la festa dell'8 maggio raccontata in rima da Stefano Borgogni, volontario del doposcuola medie della sede di Porta Palazzo.
 
torta2
 
Otto maggio, Valentino,
prime ore del mattino:
vanno e vengono i furgoni
con attrezzi e scatoloni;
tanta gente già lavora
(e si è alzata di buon’ora)
per la manifestazione
che oggi vuole celebrare
una grande associazione
e i vent’anni festeggiare.
 
“Ma che evento sarà mai?”
E’ la FESTA DELL’ASAI!
Apri, afferra, stringi, avvita
sembra una serie infinita,
ma i gazebi alfin montati
sono sopra i verdi prati,
e poi il campo di calcetto
(un rettangolo perfetto)
che non resta lì da solo:
poiché c’è la pallavolo.
Colpo d’occhio entusiasmante,
e direbbe ora un passante:
 
“Ma che evento sarà mai?”
E’ la FESTA DELL’ASAI!

Nel frattempo in Via Gené
una bella folla c’è,
una folla colorata
pronta per la passeggiata
fino alle rive del Po;
con due autobus, però,
tutti arrivano più in fretta
alla festa che li aspetta.
 
Quale festa? Già lo sai,
è la FESTA DELL’ASAI.
 
Si fa pranzo sopra i prati
coi panini preparati
(c’è anche chi non può mangiare,
resta ancora un po’ da fare),
ma ora è pronto tutto quanto
e in un clima ch’è un incanto
piano piano già s’appresta
a partire la gran festa.
E continua a arrivar gente:
un ruscello? No, un torrente
via via, in crescita costante
nei gazebi e tra le piante.
 
Ora viene il bello, sai,
della FESTA DELL’ASAI.

Con magliette colorate
e le facce pitturate
tante e tanti volontari
fanno fare giochi vari.
C’è, ad esempio, il tiro a segno
ai barattoli di latta;
poi con lunghi pezzi in legno
tu puoi romper la pignatta
Con i sacchi fai le corse
(l’equilibrio resta in forse)
o anche in coppia, “ciechi e zoppi”
venti metri son già troppi!
E ne ho detti solo pochi,
ché ci son tanti altri giochi
per bambini e per ragazzi:
c’è quasi da uscire pazzi!
 
Il pienone ha fatto, ormai
la gran FESTA DELL’ASAI.
 
Ma saliamo su dai prati:
e vediamo radunati
gruppi e artisti a profusione
pronti per l’esibizione.
Nello spazio proprio al fondo
ballerini e danzatrici
che son qui da mezzo mondo
tutti quanti fan felici.
Poi sul palco i musicisti,
le coriste ed i coristi,
il concerto dei Barriera
fino a che cala la sera.
 
Son concerti belli assai
 alla FESTA DELL’ASAI.

Ma c’è ancor tanto da dire
prima ch’io possa finire,
ora un altro bel momento
col mio verso vi rammento.
Ecco, arrivano le torte
e l’effetto è proprio forte:
belle, tutte decorate
(le migliori son premiate),
panna, crema o cioccolata,
con la frutta o il pan di Spagna,
forma tonda oppur quadrata
e comincia il … magna magna!

Ai golosi piace assai
questa FESTA DELL’ASAI.
 
Sono troppe? Non è detto,
che per prendere il biglietto
e la fetta, assai sudata,
c’è una coda sterminata.
 
Tagli torte a tutto spiano
ti fa mal quasi la mano,
e alla fine, udite, udite
tutte quante son sparite.
 
Torte buone più che mai
alla FESTA DELL’ASAI!
 
Siamo all’ora di chiusura:
piove, ma niente paura,
che la festa è ormai finita,
si è conclusa la partita.
“Tempo brutto” il meteo dava
e noi il cielo si guardava,
ma è piovuto solo quando
danno ne faceva poco:
sarà forse che Durando
ha chiamato in alto loco?
 
Anche il tempo aiuta, sai,
la gran FESTA DELL’ASAI.
 
Cosa dire in conclusione?
Una splendida emozione
questo dì ci ha regalato
ed un grande risultato,
siamo stati proprio bene
tutti quanti, tutti insieme.
Il lavoro è stato duro
(ma ne è ben valsa la pena:
lo faremo anche in futuro)
la giornata è stata piena,
bella, allegra e divertente
e con tanta, tanta gente.
Dopo tutte queste ore
sono dentro al nostro cuore,
sono dentro, e non van via,
tanta gioia ed allegria.
 
Ed allora, insieme, dai:
TANTI AUGURI A NOI
E ALL’ASAI!
 
(Stefano Borgogni)

Finestre nuove, problemi vecchi

    Durante l'emergenza sanitaria, il progetto nazionale per l'inclusione e l'integrazione dei bambini e dei ragazzi rom, sinti e caminanti &egrav...

Read more

Caro Lancini, ti scriviamo per dirti che...

  Lo psicoterapeuta Matteo Lancini scrive una lettera aperta agli adolescenti durante il lockdown. Gli adolescenti, i volontari e gli operatori di ASAI ...

Read more

Un'estate all'aria aperta per Sara e i suoi amici

  Sara ha 7 anni e tanta voglia di trascorrere l'estate all'aria aperta, dopo il recente lockdown. La sua famiglia, però, non può accedere a...

Read more

Centri aggregativi e distanziamento fisico: insieme alla giusta distanza

  Durante l'emergenza sanitaria, il tradizionale lavoro educativo con i ragazzi delle scuole medie è stato messo in discussione da nuovi bisogni...

Read more

I Piccoli Esploratori continuano le loro avventure

Abbiamo voglia di guardare il cielo! Abbiamo voglia di conoscere e giocare!   I Piccoli Esploratori di San Salvario non smettono di viaggiare: ecco il ...

Read more

Quanta poesia al doposcuola elementari!

  Il doposcuola elementari di San Salvario non smette di sorprenderci con la sua creatività e il suo colore. Grazie all'impegno dei bambini, dei ...

Read more

Nessuno resti indietro! Il tuo 5x1000 ad ASAI

L'emergenza sanitaria ci ha messo davanti a nuovi bisogni e a nuovi orizzonti. Prioritaria, per ASAI, l'attenzione a tutti i bambini, agli adolescenti e alle ...

Read more

Per noi ASAI è... E per te?

Eccolo! Un materiale multimediale che racconta ASAI e le sue principali attività, tramite le voci di alcuni dei suoi protagonisti. C'è un ...

Read more

 

InstagramFacebook Logo

ASAI newsletter

 
Autorizzo al trattamento dei miei dati personali per finalità di invio newsletter ai sensi del GDPR 679/2019

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Clicca su "CHIUDI" per prestare il consenso all’uso di tutti i cookie.