Apriamo le porte di CASA AYLAN!

Aylan BAS
 
A Piobesi (TO), stiamo lavorando per dare il benvenuto a sei minori stranieri, grazie a un nuovo percorso di accoglienza che invita tutti a essere parte attiva di un cammino di inclusione. Entra anche tu in CASA AYLAN!
 
Vi ricordate di Alan Kurdi (detto Aylan)? Era un bimbo curdo siriano di tre anni che, nel 2015, morì scappando dalla guerra. L’immagine del suo corpo senza vita sulla spiaggia turca di Bodrum, con addosso una maglietta rossa, divenne il simbolo del dramma dei migranti. Quattro anni dopo, ci piacerebbe non dimenticare e dare un senso nuovo alla scomparsa del piccolo profugo, proprio come fa l'artista Gunduz Aghayev nell'illustrazione di copertina. 
 
A Piobesi, in provincia di Torino, sta per aprire le porte CASA AYLAN dove Alice, iconografa, e Federico, medico, nelle prossime settimane accoglieranno sei minori stranieri per costruire insieme a loro un percorso quotidiano che invita la comunità a diventare parte attiva di un cammino basato sull’inclusione e sull’accoglienza.
 
Una casa è un luogo fisico e affettivo, è uno spazio che protegge e, allo stesso tempo, invita a esplorare ciò che ci circonda. Con CASA AYLAN vorremmo contribuire a trasformare la memoria del piccolo naufrago in un gesto concreto di accoglienza nei confronti dei migranti minorenni che, dopo un lungo viaggio, arrivano in Italia in cerca di una possibilità.
 
All’iniziativa partecipano ASAI e la cooperativa Terremondo di Torino, da anni impegnate in ambito educativo interculturale e nell’accoglienza di minori, adulti e famiglie migranti.
 
Per sostendere il progetto, abbbiamo lanciato una campagna di finanziamento alla quale puoi contribuire scegliendo come destinare la tua donazione. Diventa di famiglia e dacci una mano a costruire uno spazio accogliente, rispettoso dell'ambiente e delle persone.
 
Visita CASA AYLAN: una famiglia che accoglie è una comunità che cresce. Ti aspettiamo!
 
 
2Sito CASA

 

 

 

 

 

Com'è accogliente il Natale a CASA AYLAN

  Quest'anno il Panettone della Solidarietà è ancora più buono e dà una mano ad ASAI e Terremondo, insieme ad...

Read more

Apriamo le porte di CASA AYLAN!

  A Piobesi (TO), stiamo lavorando per dare il benvenuto a sei minori stranieri, grazie a un nuovo percorso di accoglienza che invita tutti a essere par...

Read more

Il lavoro di cura: oltre i dati, le persone

Con un lavoro approfondito di raccolta e analisi dei dati, Vilma Gabutti, medico e volontaria di ASAI, fotografa la situazione del lavoro di cura nel 2019, con ...

Read more

Fai RAP in ASAI!

  Anche quest'anno, se sei giovane (o diversamente giovane), se ti piace la musica, se vuoi imparare a fare freestyle, se hai voglia di esprimerti in mo...

Read more

Moussa vuole fare il calciatore

  Maria Baldanza, volontaria in ASAI, racconta la sua esperienza come tutor di Moussa. Per entrambi un percorso umano e di crescita, che affronta l...

Read more

Volontari si diventa!

In ASAI c'è posto anche per te e per le tue idee. Scrivi a info@asai.it e segui le pagine Facebook "ASAITorino" e Instagram @asai_torino Ti aspettiam...

Read more

Vedo, sento, parlo. La giustizia riparativa nelle scuole

  Il progetto di giustizia riparativa di ASAI, nel corso degli anni, si è ramificato ed evoluto. Nevralgica è l’esperienza maturata ...

Read more

AssaiASAI. Dal fare teatro alle parole per raccontarlo

  Dalla sua formazione (era il 2011) a oggi, la compagnia teatrale assaiASAI si conferma una realtà in costante crescita artistica... e umana!&nb...

Read more

Che cosa CI è successo: il video di giustizia riparativa

Guarda il nuovo video che racconta RICOMINCIAMO, progetto torinese di giustizia riparativa rivolto ai minorenni autori di reato e alle loro vittime, che offre...

Read more

Per noi ASAI è... E per te?

Eccolo! Un materiale multimediale che racconta ASAI e le sue principali attività, tramite le voci di alcuni dei suoi protagonisti. C'è un ...

Read more

 

InstagramFacebook Logo

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Clicca su "CHIUDI" per prestare il consenso all’uso di tutti i cookie.